Mappa Sito  | Impermeabilizzazione  | Isolamento Acustico  | Danni infiltrazioni  | Copertura tetti  | Coibentazione

Tecnoap Trapani Prodotti speciali per l'edilizia

  Home  | Chi Siamo  | Prestazioni & Sistemi | Informazioni | Realizzazioni | Links  | Contatti




 

Informazioni

 - Edilizia

 - Normative

 - Impermeabilizzazione

 - Coibentazione

 - Copertura Tetti

 - Danni infiltrazioni

 - Isolamento Acustico

CARO PREZZI MATERIALI, APPROVATA LA LEGGE DI CONVERSIONE
Pubblicata il 22/12/2008

Diventa legge il decreto contro il caro materiali. Giovedì 18 dicembre il Senato ha approvato il provvedimento di Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 ottobre 2008, n. 162, recante interventi urgenti in materia di adeguamento dei prezzi di materiali da costruzione, di sostegno ai settori dell'autotrasporto, dell'agricoltura e della pesca professionale, nonché di finanziamento delle opere per il G8 e definizione degli adempimenti tributari per le regioni Marche ed Umbria, colpite dagli eventi sismici del 1997.
 
Dopo le modifiche apportate dalla Camera dei Deputali, il Senato ha infatti approvato il testo di conversione senza ulteriori emendamenti in base alle analisi effettuate dall’ottava Commissione permanente Lavori Pubblici e Comunicazioni e dalle commissioni Affari Costituzionali, Bilancio, Agricoltura e Produzioni alimentari. Unica pronuncia contraria quella del Partito Democratico.
 
È stato innalzato a 500 milioni di euro il valore delle gare per cui è possibile la trattativa privata. Eviterà il bando una quota di lavori pubblici pari a 2,6 miliardi di euro. Precedentemente la soglia per la procedura leggera, che prevede la selezione informata con invito a cinque imprese, ammontava a 100 mila euro.
 
Introdotto anche l’incentivo del 2% per la progettazione interna dei tecnici delle pubbliche amministrazioni. Il dirigente responsabile avrà a disposizione un tetto di spesa pari al suo stipendio lordo annuo.
 
Entro il 31 gennaio il Ministro per le Infrastrutture rileverà con decreto e su base semestrale le variazioni maggiori all’8% dei prezzi per i materiali più significativi. Sarà attivato un meccanismo di compensazione per i lavori eseguiti e contabilizzati nel 2008. Per quelli con offerta più vecchia l’alea sale invece al 10%.
 
Per l’applicazione delle nuove disposizioni, che si estendono anche alle categorie speciali disciplinate dal Codice Appalti, sarà disponibile un fondo di 300 milioni di euro. Si prevede inoltre l’emanazione di un decreto per il sostegno alla filiera dei materiali provenienti dal riciclo di plastica e legno. Viene poi prorogato al 30 marzo il divieto degli arbitrati per le controversie che nascono dagli appalti pubblici.
 
Il nuovo testo lascia soddisfatti i costruttori dell’Ance. Serpeggia invece qualche perplessità tra progettisti, ingegneri e architetti dell’Oice, preoccupati dal fatto che si concede un incentivo ai dipendenti tecnici delle amministrazioni, mentre continuano ad essere ignorate le fasi di programmazione e controllo.
 
Il nuovo provvedimento non sarà utilizzabile per le imprese che hanno chiesto il pagamento anticipato dei materiali. Come garanzia contro i ritardi imputabili alle imprese è invece stabilita l’impossibilità per l’azienda che non rispetta il cronoprogramma di accedere all’adeguamento dei prezzi senza la stipula preventiva di una fideiussione di importo pari alla compensazione.
 
Rimangono fuori dall’ambito di applicazione della legge le associazioni e le fondazioni, a meno che non abbiano goduto di contributi pubblici.

(Fonte: http://www.edilportale.com)





Cookie Policy    Privacy Policy


Tecnoap - Tecnologia ed applicazioni per l'edilizia - Trapani 2019 Copyright
Site built and designed by Giovanni Giliberti
Powered by the Giovanni Giliberti Content Management System - All rights reserved.